La via dell'eccellenza: i rapporti con i partner

Le relazioni con i partner si fondano sulla collaborazione e il dialogo a cui si aggiunge la condivisione degli obiettivi: diversificare l’offerta e garantire sempre prodotti di alta qualità

Il valore dei risultatiRimanere al passo con le richieste delle diverse tipologie di consumatori e sostenere la presenza del Gruppo su scala internazionale è un’impresa che Autogrill non potrebbe affrontare da solo. Per raggiungere i propri obiettivi e proporre un’offerta commerciale sempre più vasta, il Gruppo ha sempre cercato la collaborazione di fornitori, brand partner e concedenti. Nell’interesse del consumatore, l’attenzione per prodotti e servizi è una missione che il Gruppo affronta attraverso l’interazione quotidiana con i propri fornitori al fine di migliorare l’efficienza, la condivisione di informazioni e la qualità offerta nei punti vendita. È grazie alla costante collaborazione sinergica con i partner che il Gruppo riesce a gestire l’attuale diversificazione dei business e concretizzare la propria volontà di leggere e comprendere i moderni trend di consumo.

Negli anni il Gruppo ha saputo costruire autentiche relazioni di partnership che hanno consentito di ampliare le proprie conoscenze, interpretare in anticipo le tendenze di consumo, oltre che offrire prodotti di alta qualità ai consumatori. La gestione dei concetti (layout, prodotti e servizi) è un elemento fondamentale per rimanere competitivi, e rappresenta una sfida con crescenti livelli di complessità. Da un lato è di primaria importanza trovare il modo migliore di combinare i prodotti e servizi con i marchi in portafoglio, garantendo un’offerta in linea con le aspettative dei consumatori. Dall’altro è prioritario per il Gruppo continuare a sperimentare, per adattarsi alle esigenze tipiche delle infrastrutture della mobilità, riuscendo sempre a stupire i consumatori. Per il Gruppo Autogrill l’efficiente gestione dei concetti è direttamente legata a una proattiva e responsabile collaborazione con i partner.

L’attenzione del Gruppo alle relazioni di partnership ha un enorme peso sulla qualità finale dei prodotti e dei servizi. Ad esempio, sia nel settore Food & Beverage che Travel Retail & Duty–Free, la regionalità è la via privilegiata per differenziare l’offerta. Tale strategia si percorre e realizza attraverso la relazione con i più importanti operatori delle eccellenze locali, con le istituzioni, con i grandi marchi internazionali e shop che valorizzano le tradizioni culturali locali.

In America, come in Europa, i trend di consumo sono simili: il consumatore richiede accanto ai grandi marchi, di poter ritrovare nei luoghi del viaggio l’identità culturale della regione, attraverso i prodotti tipici di uno stato o di una città. In risposta a questi trend il Gruppo Autogrill ha attivato diverse iniziative, ad esempio in Europa, si è impegnato per la promozione delle eccellenze dell’agro– alimentare italiane in alcuni Paesi come Austria, Francia e Svizzera. Tale traguardo è stato raggiunto solo grazie ad iniziative organizzate in stretta sinergia con le Istituzioni, il sistema delle Camere di Commercio e i produttori locali, che contribuiscono a diffondere anche all’estero la cultura alimentare italiana di qualità.

IL PERCORSO PER LA COSTRUZIONE DI UNA SOLIDA PARTNERSHIP CON I FORNITORI

Il primo passo per la cura delle relazioni con i partner è la scrupolosa attenzione profusa nella selezione dei fornitori. Una ricerca di qualità per raggiungere la qualità

Grande è l’importanza che il Gruppo Autogrill ripone nella relazione con i fornitori. È un elemento strategico per ottenere prodotti e servizi all’altezza delle aspettative, per questo il processo grazie al quale i partner vengono selezionati viene vissuto in totale trasparenza, sulla base del Codice Etico, delle Condizioni Generali d’Acquisto e di specifiche procedure aziendali sviluppate a livello di singolo Paese. All’interno del Gruppo è fermamente radicata la ricerca della qualità, della flessibilità e della massima professionalità, quale atteggiamento che si rispecchia in tutti i settori di business e in tutti i processi aziendali a partire dalla selezione dei fornitori.

I rapporti con i fornitori del Gruppo si riflettono sulla qualità dei prodotti e dei servizi offerti ai consumatori.

Se è chiaro che l’approvvigionamento e la selezione delle materie prime (food e non food) è importante per la continuità del business di Autogrill, lo stesso vale per la scelta delle partnership: è solo in questo modo che è possibile creare innovazione nei processi di sviluppo dei prodotti. Il risultato di questa sinergia tra il Gruppo e i suoi fornitori è l’elevato standard di qualità. Un binomio che si realizza sia con i fornitori di merci sia con quelli di servizi (manutenzione, pulizia, sicurezza, etc.).

Questa stessa attenzione per prodotti e servizi si ritrova anche sul piano etico. A questo proposito la policy americana “Procurement Policy & Procedures” è pensata per garantire le pari opportunità e permettere anche alle piccole realtà locali di entrare a far parte dell’albo fornitori di Autogrill senza nessun tipo di discriminazione (di età, dimensione, genere, nazionalità, religione, razza, etc.). Anche in Italia il Gruppo manifesta una forte attenzione etica nella scelta dei fornitori con cui entrare in attività. Le Condizioni Generali d’Acquisto, infatti, chiedono al fornitore di applicare ai propri collaboratori condizioni normative non inferiori a quelle previste dal Decreto Legislativo 231/2001 (in materia di responsabilità amministrativa delle persone giuridiche e di salute e sicurezza dei lavoratori). Inoltre i fornitori sono chiamati da Autogrill a sottoscrivere il Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenza finalizzato ad individuare e indicare le misure adottate per eliminare i fattori di rischio connessi alle eventuali interferenze tra le concomitanti attività svolte nello stesso ambiente di lavoro.

CONTROLLO E VALUTAZIONE DELLA RELAZIONE

Le relazioni si consolidano nel tempo attraverso controlli periodici per garantire l’interesse e la soddisfazione di tutti: il consumatore, i partner e il Gruppo

La collaborazione tra il Gruppo e i partner è una relazione che fortifica entrambi ed è quindi nell’interesse di Autogrill predisporre strumenti di valutazione per verificare l’idoneità dei fornitori con cui intende proseguire nelle attività commerciali. Si tratta di una tappa dovuta, per garantire standard di qualità elevati per tutti i prodotti e servizi offerti dal Gruppo Autogrill. Per questa ragione sono stati studiati controlli periodici tramite screening svolti attraverso diverse modalità: questionari, raccolta di informazioni (dirette o indirette), campionature e audit.

Per esempio una grande attenzione viene data al controllo dei prodotti del settore Food & Beverage. Nel pieno rispetto delle procedure H.A.C.C.P., Autogrill si assicura della salubrità, sicurezza e igiene dei prodotti acquistati dai propri fornitori ed esegue controlli durante tutto il ciclo di vita dei prodotti: dalla fase di stoccaggio presso i magazzini fino alle vetrine refrigerate dei punti vendita. A ulteriore conferma della qualità dei prodotti vengono effettuate analisi microbiologiche da società specializzate esterne (a tutti livelli: dalle materie prime al prodotto finito).

Nel 2010, a livello italiano, le cause aperte con i partner sono state solo quattro a riprova dell’attenzione che il Gruppo dedica alle relazioni con i fornitori e dell’efficacia dei sistemi di selezione e controllo.

QUANDO LA RELAZIONE CONTINUA

Il Gruppo Autogrill non smette mai di sperimentare nuovi modi per soddisfare il consumatore e con l’aiuto dei fornitori hanno preso forma importanti progetti nel 2010

La costante collaborazione con i partner è la strada che il Gruppo Autogrill ha scelto per tracciare il proprio futuro. Senza il supporto di fornitori, brand partner e concedenti, alcuni dei punti vendita realizzati o potenziati nel 2010 non sarebbero potuti nascere. La relazione con il brand Starbucks ha reso possibile a febbraio l’inaugurazione del primo Starbucks Coffe nella stazione ferroviaria di Anversa in Belgio, il quarto Starbucks aperto da Autogrill in Belgio dopo gli altri tre presenti all’interno dell’aeroporto di Bruxelles. A maggio Autogrill ha inaugurato il primo Puro Gusto nell’aeroporto di Stoccarda segnando lo sbarco di “Puro Gusto” anche in Germania. Il locale, ubicato agli arrivi, si estende su una superficie di 120 m2. A ottobre è stato inaugurato nell’aeroporto di Francoforte il nuovo Connection, che integra al suo interno un ristorante, un bistro e un takeaway Café, con 190 posti a sedere. Il menu offre un ampio assortimento di piatti della cucina mediterranea e internazionale.

Nel 2010 entrano a pieno regime i punti vendita Autogrill all’interno del Carrousel du Louvre di Parigi, inaugurati a dicembre 2009. I Restaurants du Monde, la food court più grande d’Europa nel museo più visitato al mondo, si compone di 10 formule di ristorazione, 7 ristoranti e 3 caffetterie sviluppati su una superficie di 1.800 m2, gestiti direttamente da Autogrill France impiegando circa 200 collaboratori, per servire 2 milioni di pasti ogni anno a circa 8 milioni di clienti.

Infine, a dicembre Autogrill ha esteso la sua presenza nella stazione ferroviaria di Madrid Puerta de Atocha. Con questa operazione il Gruppo continua la sua collaborazione con le stazioni ferroviarie spagnole conseguente alla crescita dell’alta velocità nel paese che porterà ad un aumento del traffico passeggeri, soprattutto nella stazione di Atocha, dove è previsto un raddoppio della capacità attuale (16 milioni di passeggeri all’anno) per raggiungere i 35 milioni nel 2025 (fonte: Ministero dello Sviluppo Spagnolo).

 

I CONTRATTI DI CONCESSIONE DEL GRUPPO

Il Gruppo svolge la maggior parte delle proprie attività di ristorazione e retail tramite contratti di concessione. I contratti di concessione sono prevalentemente stipulati in seguito a procedure competitive indette da enti pubblici o società che possiedono o sono titolari del diritto d’uso delle aree di servizio e il loro contenuto – durata, ammontare dei corrispettivi, investimenti, ecc. – varia in relazione ai canali di attività e alla tipologia dell’offerta. L’operatore concessionario, oltre a svolgere il servizio, si impegna a pagare un corrispettivo e spesso, a effettuare determinati investimenti nell’area interessata. I parametri di valutazione dell’offerta nell’ambito delle procedure competitive variano in relazione ai canali di business, alla tipologia dell’offerta e al Paese di riferimento: qualità del progetto commerciale; portafoglio brand; design o layout dei locali; know how e il track–record dell’operatore; impegni finanziari assunti in termini di investimenti e canoni.